2001/02

Questa stagione sarà ricordata per la tanto agognata promozione in serie B dopo ben 11 anni dalla retrocessione (ultima apparizione nella serie cadetta nel 1990/91). Come l’anno precedente la Triestina si presenta ai playoff da quinta classificata con gli sfavori del pronostico. In semifinale supera lo Spezia (vittoria casalinga per 2-0 e sconfitta in Liguria per 1-0), la finale contro la Lucchese passa alla storia: ancora 2-0 casalingo e pazzo 3-3 in terra toscana. Ultimo anno per lo sponsor tecnico Errea, che replica nuovamente le stesse casacche della stagione precedente, cambia leggermente la denominazione dello sponsor commerciale: Banca Popolare FriulAdria – Gruppo IntesaBci e la posizione della scritta Errea, che viene spostata sotto al logo. Piccola curiosità: nella storica finale di Lucca, alcuni giocatori scendono in campo con scritta e simbolo Errea allineati, come sulle maglie dell’anno prima.

1.Sponsor Tecnico: ERREA. Sponsor Commerciale: BANCA POPOLARE FRIULADRIA (Gruppo IntesaBci). Calciatore: DE POLI.

Nella carrellata di immagini, Alessandro De Poli con maglia a manica lunga nel match casalingo contro la Reggiana (2-0 con reti di Baù e Ciullo), capitan Tangorra, Alessandro Parisi nella sua caratteristica posizione, il giovane Jacopo Dei Rossi (7 presenze in stagione, le sue uniche in carriera nel professionismo) e Boscolo assieme ad Andrea Pinzan nella sconfitta interna per 1-0 contro il Lumezzane. Nell’ultima foto la squadra schierata in un match d’inizio stagione, si può notare come soltanto Bacis e Baù indossino la versione nuova della maglia, mentre su tutte le altre c’è ancora la scritta “Gruppo Intesa” dell’anno prima.

 

2.Sponsor Tecnico: ERREA. Sponsor Commerciale: BANCA POPOLARE FRIULADRIA (Gruppo IntesaBci).

3.Sponsor Tecnico: ERREA. Sponsor Commerciale: BANCA POPOLARE FRIULADRIA (Gruppo IntesaBci). Calciatore: VENTURELLI. Partita: Lucchese – Triestina 3-3 09/06/2002

Maglia della partita promozione in Serie B. Si può notare dalle immagini RaiTre, come i calciatori utilizzarono due mute leggermente diverse, con la scritta “Errea” affiancata o sottostante il simbolo dello sponsor tecnico. Nelle prime due foto si riconoscono lo stesso Venturelli, Boscolo e Pagotto, mentre discutono con l’arbitro Carlucci di Molfetta per l’assegnazione dello “storico” calcio di rigore che il rossonero Carruezzo calcerà poi sul palo. Nelle ultime due immagini, Gennari e Gubellini dopo il rigore del 3-2 e l’esultanza finale, con Loris Del Nevo unico ad avere ancora addosso la sua maglia n.10.